Ripartiamo dalla cultura e non dimentichiamoci della piccola editoria indipendente!

Ho avuto l’opportunità di intervenire Martedì 14 Aprile durante la Commissione Cultura per rivolgere alcune considerazioni ed alcune proposte al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini.

In particolare mi sono soffermata sulla piccola editoria indipendente che sta letteralmente soffrendo in questo momento di crisi dovuto all’emergenza epidemiologica in corso. Ho chiesto al Ministro di interessarsi di questo settore e di valutare l’opportunità di favorire la vendita per corrispondenza dei libri magari pensando ad una convenzione con Poste Italiane.
Per il resto ho trovato molto saggia l’idea del Ministro Franceschini di interloquire, per fare fronte comune, con i Ministri della Cultura di Spagna e Germania. Credo infatti che solo a livello internazionale si possano assumere decisione ed impegni in grado di salvaguardare l’azienda culturale del nostro paese.

Credo possa essere utile anche istituire un gruppo di lavoro che avanzi proposte e soluzioni per far ripartire nel migliore dei modi uno dei motori economici più importanti per l’Italia, il settore culturale. Basti pensare che la sola rete museale, che dà lavoro ad oltre 100000 persone, rappresenta una percentuale  significativa del PIL del nostro Paese. Quindi è importante fin da ora lavorare di concerto con le altre nazioni per prepararci a supportare e sostenere in ogni suo aspetto il comparto della cultura, un asset nevralgico della nostra magnifica Italia.

Qua sotto il video del mio intervento.

Articoli scritti da max.frosini