Sanna Marin, la giovane premier! Modelli da imitare per affermare la parità di genere

La Finlandia ha scelto la giovane Sanna Marin, 34 anni, come primo ministro del Paese. Ex ministra dei Trasporti con una breve, ma intensa carriera politica alle spalle, Sanna è stata scelta come segretaria del partito dei socialdemocratici finlandese e sarà alla guida di una coalizione di governo che include altri quattro partiti, oltre al suo, “capitanati” da donne.

Mi pare perfino superfluo sottolineare come dal punto di vista della parità di genere i paesi nordici dell’Europa si dimostrino nuovamente un modello da seguire. Stessi diritti, stesse opportunità. Ed oltretutto la storia della neo premier finlandese è particolarmente significativa anche dal punto di vista dei diritti civili.

Sanna Marin è stata infatti cresciuta ad Helsinki da due mamme, perché la sua mamma naturale ha scelto una donna come compagna di vita. Un’esperienza che, mi sembra chiaro, non abbia inciso sulla sua formazione. E anche per quanto riguarda l’uso dei social forse Sanna e la Finalndia hanno qualcosa da insegnare a certi politici nostrani.

Nessun insulto, nessuna politica dell’odio, solo post propositivi che parlano soprattutto di welfare, istruzione, ecologia, disparità di reddito e occupazione giovanile. Nessuna crociata contro chicchessia (migranti, Europa, avversari politici), solo la volontà di affrontare con serietà temi che riguardano tutti i cittadini. L’Italia non ha niente da invidiare alla Finlandia, anzi. Sono convinta però che valori come l’uguaglianza di genere, la tolleranza e la determinazione con la quale si cerca di dare opportunità a chi le merita, siano da tenere in considerazione e da imitare per rendere più moderno e rispettoso il nostro Paese. Buon lavoro, Sanna!

Articoli scritti da max.frosini