Sant’Anna di Stazzema. A 76 anni da uno dei più efferati eccidi della nostra storia

L’Unione Europea è nata per superare ogni nazionalismo, quei nazionalismi che solo poche decine di anni fa portarono alla guerra e furono intrisi di una ferocia inaudita, scaturita e alimentata da folli principi basati principalmente sull’odio razziale.

Il 12 Agosto 1944 in alcune zone d’Italia, il conflitto imperversava ancora. Le persone temevano per la propria vita e abbandonavano le loro case. I paesi erano semi deserti. Sui monti si creavano nuove comunità. Migliaia di cittadini trovarono rifugio a Sant’Anna di Stazzema, un borgo dell’Altra Versilia che abitualmente contava poco più di 300 abitanti.

Sant’Anna di Stazzema era stata infatti definita “area bianca” dalle truppe nazifasciste, ossia una località adatta a raccogliere gli sfollati in fuga dai bombardamenti e da un conflitto divenuto sempre più aspro.

Ciononostante il 12 Agosto i soldati tedeschi misero a ferro e fuoco il piccolo villaggio sulle Alpi Apuane. Le vittime accertate furono 560, in prevalenza donne e minori.

Il 76esimo anniversario di uno dei più efferati eccidi della nostra storia è stato ricordato il 12 Agosto 2020 dalle più importanti istituzioni del nostro paese e della nostra Regione.

A questo proposito vorrei citare le parole inviate, in occasione di questa ricorrenza, dal nostro Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella,: “Non va dimenticato che quanti sottovalutano la violenza, alla fine se ne rendono complici. Non vanno ignorati rigurgiti di intolleranza, di odio razziale, di fanatismo che pure si manifestano nelle nostre società e nel mondo, a volte attraverso strumenti moderni e modalità inedite. La memoria degli eventi più tragici e dolorosi della nostra storia costituisce un richiamo incessante per le coscienze”.

Parole emblematiche che stigmatizzano qualsiasi forma di odio e intolleranza, da sempre propellenti di ogni conflitto. Parole da tenere a mente per tutti coloro che intendono evitare di incorrere in nuovi fatali errori, per tutti coloro che credono che la storia possa insegnarci qualcosa.

A Sant’Anna di Stazzema il 12 Agosto 2020 in un silenzio denso di significati si sono ricordate 560 persone uccise brutalmente da altri esseri umani.

Articoli scritti da max.frosini