Serve il bilancio di genere per ristabilire uguaglianza e restituire dignità alle donne!

Il reddito medio delle donne è circa il 59% rispetto a quello degli uomini. L’Italia è agli ultimi posti tra i paesi dell’Unione Europea secondo il report Gender Equality Index che serve a misurare l’uguaglianza tra uomini e donne all’interno delle varie nazioni. E’ stato inoltre evidenziato come i modelli culturali della nostra società siano alla base della violenza sulle donne. E come se non bastasse risulta ormai acclarato come alcune politiche fiscali penalizzino molto di più le donne che lavorano rispetto agli uomini.
Un quadro più che preoccupante che è stato illustrato dalla Sottosegretaria all’Economia, Maria Cecilia Guerra. Ed è proprio grazie al suo interessamento che queste rilevazioni sono diventate un documento ufficiale allegato al bilancio dello Stato.
Una presa di coscienza che è fermata sulla carta e da cui le istituzioni di ogni livello possono prendere spunto. In questo periodo storico non certo facile abbiamo però delle nuove possibilità a disposizione come le risorse del Recovery Fund che potrebbero essere utilizzate anche per mettere appunto il bilancio di genere.
Un provvedimento utile per eliminare differenze che incidono molto più profondamente di quanto si possa pensare non solo sulla possibilità delle donne di emanciparsi e vedere rispettati dei loro diritti, ma anche sull’economia dell’intero paese.

Articoli scritti da max.frosini