Serve un tavolo istituzionale per la vicenda Toscana Aeroporti!

Non si può rimandare ancora. E’ arrivato il momento che il Ministro Giorgetti convochi con urgenza il tavolo istituzionale sulla vicenda di Toscana Aeroporti che, insieme ai colleghi deputati Susanna Cenni e Stefano Ceccanti, chiediamo da tempo.

Con il decreto Liquidità, nell’ambito del programma “Garanzia Italia”, Sace ha infatti concesso a Toscana Aeroporti un importo pari a 85 milioni di euro in sei anni.

Nella Legge di Bilancio, grazie ad un emendamento del Pd, sono stati inoltre stanziati 500 milioni di euro complessivi per il settore aeroportuale di cui una quota significativa destinata agli scali toscani.

Adesso Regione Toscana mette a disposizione altri 10 milioni. In questo contesto, sarebbe stato doveroso che i soci privati della società aeroportuale, anziché accelerare la modifica dello statuto con l’obiettivo di escludere dal CdA i soci pubblici, si fossero seduti ad un tavolo per discutere del futuro dei lavoratori e dell’infrastruttura.

Tanto più dentro una situazione allarmante che segue di alcune settimane l’annuncio, da parte della stessa società, della cessione del settore handling che occupa 450 lavoratori diretti e che gestisce tutti i servizi di terra al Galilei di Pisa e al Vespucci di Firenze. Non e’ francamente ammissibile che lo Stato eroghi finanziamenti senza avere garanzie sulla tutela dei lavoratori coinvolti e che non valorizzi i territori di riferimento. Il Governo deve intervenite rapidamente in questo senso.

Articoli scritti da Lucia Ciampi