Sovranisti per Orban…Meloni e Salvini dalla parte dell’autocrazia!

In merito alle posizioni europee di Fratelli d’Italia e Lega, sarebbe opportuno che tutti gli italiani sapessero prima del 25 Settembre cosa sta accadendo in questi giorni al parlamento dell’UE.
La vicinanza di Giorgia meloni e Matteo Salvini alla “poco democratica” Ungheria di Viktor Orban non è un mistero, e questa tesi è stata ulteriormente confutata dalla posizione che i due partiti italiani hanno preso a favore dello stato dell’unico leader europeo filoputiniano.
L’Ungheria è ritenuta una minaccia sistemica ai valori fondanti dell’Unione Europea, non rispetta le indicazioni della Commissione che aveva richiesto garanzie sufficienti contro abusi e corruzione e per questo motivo rischia seriamente il taglio del 65% dei fondi di coesione.
In poche parole considerate le continue violazioni riscontrate, l’Ungheria di Orban perderà 7,5 miliardi di euro di fondi europei. Una fetta consistente delle risorse del Paese che rischia così una crisi molto seria.
Credo che la difesa a spada tratta di Orban da parte di Fratelli d’Italia e Lega, che nelle votazioni al Parlamento Europeo si sono schierati dalla parte dell’Ungheria, sia fin troppo evidente e pefino pericolosa.
Basti pensare che solo pochi giorni fa il Ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjártó, ha fatto trapelare questa dichiarazione “Il price cap è una sanzione energetica nascosta. Abbiamo chiarito che non siamo nemmeno disposti a negoziare sanzioni energetiche”. Come ormai è noto il price cap è ritenuta unanimemente una misura fondamentale per aiutare le famiglie a far fronte al rincaro del gas conseguenza della folle guerra scatenata da Putin in Ucraina. L’Ungheria si oppone in Europa. Chiaro segnale di vicinanza al Cremlino. Salvini e Meloni continuano a idolatrare e difendere il modello Ungheria, ovvero un “regime ibrido di autocrazia elettorale” come lo definisce l’ultimo rapporto UE. Posizioni pericolose che potrebbero portare l’Italia, qualora la destra vincesse le elezioni, su un crinale molto scivoloso.