“Squad” che vince non si cambia!

Benchè le elezioni americane non abbiano, ad oggi, ancora stabilito chi sarà il nuovo Presidente degli USA, sicuramente ci sono delle indiscutibili vincitrici. Sono le 4 donne che hanno riconfermato i loro seggi nei distretti di New York, Minnesota, Massachussets e Michigan, riuscendo quindi ad essere rielette al Congresso.

Mi riferisco naturalmente a Alexandria Ocasio Cortez, la più giovane donna eletta al Congresso e forse anche la più appassionata, una politica che ha già avuto modo di dimostrare tutta la sua grinta e la sua capacità. Ilhan Omar, prima rifugiata di fede islamica ad ottenere un incarico così prestigioso. Ayanna Pressley, la prima afroamericana eletta in Massachussetts, stato notoriamente ‘bianco’. Rashida Tlaib

 figlia di immigrati palestinesi della classe operaia che ha palesemente dimostrato come istruzione e cultura siano fondamentali per realizzarsi anche nella vita.

La “squad”, nome affibbiato dalla stessa Cortez a questa formazione di giovani e coriacee donne, in questi anni si è fatta portavoce di battaglie come la lotta al cambiamento climatico, l’assistenza sanitaria per tutti e la tutela dei diritti delle minoranze.

Trump non ha mai perso occasione di attaccare la “squadra” che lo ha sempre incalzato su certi temi. Adesso le “formidabili 4” sono state rielette, mentre con ogni probabilità il tycoon lascerà la Casa Bianca. Che anche questo sia segno di un cambiamento di rotta? Lo spero proprio.

Articoli scritti da max.frosini