Sulla Scuola servono subito decisioni certe ed efficaci!

Sulla scuola sarebbe possibile prendere subito decisioni certe ed efficaci, soprattutto per il bene degli studenti. Rimandare gran parte delle scelte relative ad esami e didattica al 16 maggio, quando tutte le previsioni (dalla Protezione Civile ai Presidenti di Regione, dagli enti territoriali alla comunità scientifica) parlano di una quarantena che dovrebbe durare ancora molte settimane, mi sembra francamente irragionevole.

Capisco che solo pochi giorni di chiusura facciano la differenza per la ripresa di determinate attività produttive, che potrebbero anche anticipare la riapertura con adeguate misure di sicurezza e garanzie per i lavoratori, ma la scuola non può essere accomunata ad un ufficio, un’attività commerciale o ad una fabbrica.

La scuola è socialità, interazione continua tra alunni e docenti e potrà essere riaperta soltanto quando ci sarà la garanzia che i ragazzi non possano contagiarsi a vicenda e trasmettere quindi il virus in famiglia. Possibilità questa che, anche a metà maggio, non potrà già da oggi essere esclusa.

Chiedo quindi al Ministero di proporre un termine perentorio sullo svolgimento degli esami di Stato e sulla verifica di didattica ed apprendimento.

Serve assicurare le lezioni fino alla fine di questo anno scolastico e poi occorre porre tutta l’attenzione  sul prossimo che sarà decisivo sia in termini di programmazione sia per garantire a tutti gli studenti la continuità della didattica senza la minima lacuna.

Articoli scritti da max.frosini