Sulla strada delle riforme

Due passi avanti molto importanti sulle riforme istituzionali utili per innovare il nostro paese. La scorsa settimana con una maggioranza molto significativa abbiamo approvato alla Camera l’introduzione della tutela dell’ambiente tra i Principi Fondamentali della nostra Costituzione e l’introduzione del voto ai 18enni anche per il Senato (per la cui effettiva applicazione manca adesso solo l’ultimo passaggio al Senato).

Da un lato quindi la salvaguardia della natura in cui viviamo diventa uno dei cardini della carta dei diritti e dei doveri che regola la nostra comunità. Un provvedimento di assoluto rilievo che conferma la centralità delle tematiche ambientaliste in un Paese come l’Italia che vanta meraviglie che occorre conservare e proteggere.

Dall’altro lato l’approvazione della misura che permette l’espressione di voto ai 18enni per il Senato. Un adempimento di buonsenso che cancella distinzioni e differenze che ormai risultano poco attinenti alla realtà. I ragazzi devono essere responsabilizzati e devono avere la possibilità di scegliere i propri rappresentanti anche in Senato.

E’ confortante sapere che per arrivare a questi importanti risultati politici, i gruppi parlamentari presenti in Parlamento, hanno lavorato con spirito assolutamente costruttivo su temi d’interesse comune. Un modus operandi da replicare per proseguire sulla strada delle riforme condivise che riguardano l’assetto istituzionale del nostro Paese.

Articoli scritti da Lucia Ciampi