Un bene prezioso da non sprecare

L’acqua è una risorsa fondamentale che non deve andare sprecata. E’ essenziale per la nostra vita e per quella del nostro Pianeta, è un bene prezioso e come tale deve essere gestito.

La Giornata Mondiale dell’Acqua ricorre il 22 Marzo e il dossier presentato in questa occasione da Legambiente, purtroppo, non è affatto confortante. L’Italia è un paese a stress idrico medio-alto. Consumiamo 26 miliardi di metri cubi di acqua all’anno. Un dato impressionante.

Ci sono regioni della nostra penisola che dipendono totalmente o per la quasi totalità da acque sotterranee e il sovrasfruttamento e l’inquinamento delle falde può rappresentare un problema per il nostro territorio, considerato che le acque presenti nel sottosuolo sono per natura rinnovabili e di buona qualità, ma hanno tempi di ricarica molto lunghi e dipendono tanto anche dall’attività che l’uomo esercita in superficie.

Un altro grandissimo problema afferisce allo spreco che facciamo di questa preziosa risorsa sia a livello di rete idrica, spesso vetusta e inadeguata, sia per l’inappropriato uso quotidiano che facciamo dell’acqua che esce dai nostri rubinetti che spesso risultano aperti più di quanto sia effettivamente necessario. Dobbiamo imparare a razionalizzare la risorsa idrica, ogni goccia è una pregiata lacrima blu che la natura ci ha donato e che non deve andare dispersa.

Tanto più in questo difficile momento storico in cui è in corso un cambiamento climatico epocale. A ricordarcelo deve essere la nostra coscienza, non Legambiente.

Articoli scritti da Lucia Ciampi