Un commissario per scongiurare il pericolo delle ecoballe nel golfo di Follonica!

Le ecoballe nei fondali del Tirreno vanno rimosse subito ed in sicurezza. Dopo 5 anni il rischio che si sfaldino è sempre maggiore con effetti per l’ambiente devastanti e danni ingenti al turismo locale che sta cercando di ripartire dopo l’emergenza sanitaria. Dopo il rimpallo di competenze tra ministeri che hanno rallentato la soluzione del problema per troppo tempo, io e i colleghi Martina Nardi, Andrea Romano, Umberto Buratti, Susanna Cenni, Stefano Ceccanti, abbiamo interpellato direttamente il Governo affinché annunci un progetto di recupero efficace e rapido.

La nostra interrogazione parlamentare relativa alla presenza delle 56 ecoballe di combustibile solido disperse dal 2015 nel Golfo di Follonica è stata discussa Mercoledì 22 luglio nella Commissione Ambiente di Montecitorio. In questa sede l’esecutivo ha confermato che dichiarerà lo stato di emergenza per le acque territoriali del golfo di Follonica in cui sono presenti 56 pericolose ecoballe di combustibile solido.

Ci auguriamo che con questo provvedimento e la conseguente nomina di un Commissario per l’emergenza potranno essere finalmente intraprese le operazioni di recupero, ormai da troppi anni rallentate da impedimenti burocratici. Occorre ora velocizzare gli interventi al fine salvaguardare un tratto marino e costiero del Parco nazionale dell’arcipelago Toscano e tutelare la promozione turistica e ricettiva del territorio.

Articoli scritti da max.frosini