Un piano molto apprezzato. Comincia il tempo della concretezza

La Commissione Europea ha espresso un giudizio decisamente positivo sul Recovery Plan presentato dall’Italia. Il Piano nazionale di ripresa e resilienza presentato dal nostro premier Draghi ha ben impressionato l’Europa come ha confermato anche la presidente Ursula von der Leyen e come testimoniano del resto le 10 “A” (il punteggio più alto) assegnate al PNRR che riceve una sola “B” riguardante la voce dei costi (ma nessuna nazione è riuscita ad eccellere in questo campo).
Adesso occorre cercare di mettere a frutto questa grandissima opportunità. Spendere bene e in assoluta trasparenza queste risorse per avviare una nuova fase per il Paese. Il piano italiano punta molto sulla transizione verde e digitale, se saremo in grado di spingere sull’acceleratore in questo senso, riusciremo a dare un volto nuovo alla nostra cara penisola, ad ammodernarla, a renderla più efficiente e al contempo più rispettosa dell’ambiente.
La sfida, forti anche dei 25 miliardi di euro che arriveranno in anticipo grazie all’approvazione del piano nei tempi stabiliti, sarà quella di cambiare l’Italia, farla crescere, salvaguardando le sue ineguagliabili bellezze e dando più lavoro a tutti con particolare attenzione alla fascia dei più giovani e delle donne.
E’ arrivato il momento di rimboccarsi le maniche e darsi da fare.

Articoli scritti da Lucia Ciampi