Un progetto sperimentale per imparare la matematica insieme ad un piccolo robot

Venerdì 24 Settembre nella sede dell’Unione Valdera abbiamo presentato agli organi di stampa un progetto innovativo intitolato “ProGeo: Imparare la matematica con il robot GGBot” che ha ricevuto il patrocinio da parte dell’Università di Pisa e che vede il coinvolgimento dell’azienda GREAT Robotics, pronta a promuoverlo in tutte le scuole del territorio nazionale.

La sperimentazione partirà però proprio dalle scuole della Valdera e dell’area pisana, precisamente nell’Istituto Comprensivo M.L. King di Calcinaia, nell’Istituto Comprensivo S. Pertini di Capannoli, e a Cascina nell’I.C. Falcone, nell’I.C. Borsellino e nell’I.C. De Andrè.

Grazie al coinvolgimento degli amministratori locali e dei dirigenti scolastici, tutti presenti alla conferenza stampa e che intendo ringraziare per l’entusiasmo e la convinzione con cui hanno aderito al progetto, alcune classi delle scuole primarie di questi istituti potranno quindi avere a disposizione questo piccolo robot partire dal mese di Novembre. Il Ggbot verrà poi donato dalla Great Robotics agli istituti alla fine di questa sperimentazione.

Il GGBot è un piccolo robot mobile programmabile, dotato di porta pennarelli, in grado di

disegnare figure geometriche, che è stato appositamente progettato per migliorare l’apprendimento

e l’insegnamento della matematica secondo gli studi di ricerca condotti dalla Prof.ssa Anna Baccaglini-Frank del Dipartimento di Didattica della Matematica dell’Università di Pisa, co-inventrice del robot.

Insomma si tratta di un primo approccio alla robotica nella didattica che, ovviamente, non intende sostituire i docenti, ma vuole coadiuvarli nell’insegnamento di materie scientifiche come la matematica e la geometria, cercando di sviluppare importanti competenze in ambito STEM negli

studenti della scuola primaria. Non a caso il progetto segue le linee direttive del Ministero dell’Istruzione che, al pari di quello dell’Innovazione Tecnologica, è molto interessato all’esito di questa sperimentazione che si svolgerà esclusivamente nella provincia di Pisa. Un bel viatico verso la scuola del futuro con le conferenze educative della Valdera e Pisana sempre ben disposte a mettersi alla prova con didattiche tecnologiche e innovative.

Articoli scritti da Lucia Ciampi