Un saluto ad un leader che ha “fatto” davvero la storia!

E’ scomparso all’età di 91 anni Mikhail Gorbaciov, l’ultimo Presidente dell’URSS che con due parole “Glasnost” (trasparenza) e “Perestroika” (ristrutturazione) cambiò in senso liberale la storia del nostro Mondo.

Sotto la sua leadership e grazie alle sue scelte si arrivò a porre fine alla Guerra Fredda, si potette assistere al crollo del muro di Berlino e si ridussero gli arsenali nucleari in Europa.
Tappe fondamentali che portarono una ventata di libertà in tutto l’Occidente e anche ad est dei Carpazi e inaugurarono un periodo di cambiamento nella società e anche nel sistema economico mondiale.
Tutti motivi che hanno portato Gorbaciov ad essere insignito del Premio Nobel per la Pace nel 1990.
I media di Putin hanno cercato di sottacere la notizia della sua morte, ma resta l’ultimo leader sovietico che ha dimostrato come un’altra Russia sia possibile.
Una Russia non anacronistica, non belligerante, non ostile, che alla guerra e agli interessi di pochi amici fidati, antepone il benessere dei propri cittadini e un clima di pacificazione internazionale. “Sempre e comunque libertà” era il motto di Gorbaciov. Una lezione che non dovrebbe essere dimenticata.