Una donna di valore

La neo Ministra delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova, è stata oggetto in questi giorni di calunnie, insulti sessisti e dichiarazioni infamanti di soloni che sbeffeggiavano il suo titolo di studio.

Lasciatemi dire, dal momento che ho avuto la fortuna di conoscerla, che Teresa è una donna di assoluto valore.
La vita di Teresa non è stata semplice, ha lavorato come bracciante agricola e militato nelle organizzazioni sindacali di categoria. Fin da giovane ha lottato contro il caporalato, è stata segretaria provinciale della Filtea CGIL e da lì ha intrapreso l’attività politica. In questo tempo però non ha trascurato la sua formazione umana e culturale.

E anche la sua preparazione politica non pecca di inesperienza, considerato che è già stata sottosegretaria al Lavoro e alle Politiche Sociali seguendo decine di importanti vertenze.

Eppure nel momento del suo giuramento come nuovo ministro della Repubblica Italiana tantissimi deficienti, soprattutto sui social, si sono concentrati esclusivamente sul suo abito non per criticarla, ma per insultarla, modo di fare che è stato esteso anche nel commentare il suo titolo di studio.

Come donna mi sento offesa da certe frasi scurrili e idiote, scritte da persone che, evidentemente, sono talmente vuote e stupide che cercano di colmare la loro totale mancanza di argomenti con un’incetta di ingiurie. Mi sento altrettanto libera di esternare il mio disgusto per certi atteggiamenti.

Teresa è una persona di valore, una donna capace, combattente, competente. Qualità che, sono certa, saprà dimostrare nel dirigere il suo Dicastero. A lei tutta la mia solidarietà e i miei migliori auguri per questa nuova avventura.

Articoli scritti da max.frosini