Una ferita al cuore di Parigi e al cuore dell’umanità!

Notre-Dame è Parigi, è bellezza, è un patrimonio artistico del Mondo, è l’espressione “in pietra” di dove può spingersi l’ingegno, lo spirito e la conoscenza umana. Notre-dame ha resistito alla Prima Guerra Mondiale, all’occupazione nazista, è il simbolo dello splendore e della magnificenza che vince ogni paura.  Vederla bruciare provoca un  dolore immenso. Per questo condivido pienamente il messaggio di solidarietà al popolo francese che il nostro Presidente, Sergio Mattarella, ha inviato al Presidente della Repubblica Francese, Emmanuel Macron.

E in un momento in cui ogni persona minimamente sensibile a una tragedia che non ha colore, ma dovrebbe accomunare tutti o perlomeno farci sentire partecipi di questo evento drammatico, sono rimasta sconcertata nel leggere alcuni commenti sulle bacheche dei profili social di noti esponenti politici della destra italiana.

Commenti sguaiati di cittadini che andrebbero immediatamente censurati e di cui preferisco non riportare il contenuto, ma che in breve augurano il peggio al popolo francese. Una cosa che mi ha spinto a riflettere sul brutto clima che stiamo vivendo in Italia su quanto l’odio abbia permeato la nostra società civile e su come i social diventino una pericolosa valvola di sfogo per tantissimi idioti che invece di essere stigmatizzati, sono addirittura tollerati o fiancheggiati da altri imbecilli.

Sembra che nel nome della libertà di espressione tutto sia permesso, non credo sia così. Sono questi stolti che non sono degni di essere italiani. Tutta la mia solidarietà al popolo francese. Forza Parigi!

Articoli scritti da max.frosini