Unite contro l’odio che si accende quando la luce della ragione si spegne

Quando non si ha veramente più nulla di brillante da dire, quando l’ultimo barlume di creanza si spegne, quando la luce della ragione viene oscurata dalla più cieca misoginia, si smette di essere persone e si scrivono bestialità che vanno oltre ogni umana comprensione.
Gli attacchi volgari, offensivi, violenti subiti dalla collega del Partito Democratico, Stefania Pezzopane, da un ex professore universitario sono semplicemente inqualificabili.
Parole ingiuriose, denigranti che non possono restare impunite, ma alle quali Stefania ha saputo rispondere con la solita eleganza, mostrando come l’intelligenza riesca ad elevare lo spirito anche di fronte a certe bassezze.
La cosa più importante è adesso farsi trovare unite contro queste forme di odio misogino, affinché episodi come questo non si ripetano. Occorre reagire, occorre farlo insieme, è necessario attivarsi per proteggere tutte quelle donne che non credono alla possibilità di far valere la forza della legge di fronte ad offese criminose. Esprimo la mia vicinanza e la mia solidarietà all’Onorevole Stefania Pezzopane e a tutte coloro che sono vittime di violenze verbali.

Articoli scritti da Lucia Ciampi