Vandali in una scuola di Pisa

Rispetto, disciplina, educazione. Valori che, adesso più che mai, nell’era dei social, del “facciamoci giustizia da soli”, dell’egoismo più “istituzionalizzato”, si stanno irrimediabilmente perdendo.

Lo dimostra anche il gesto incivile di alcuni studenti che, riprendendosi con il cellulare si sono introdotti nell’Istituto Alberghiero di Pisa compiendo atti di puro vandalismo. I danni ammontano a circa 20mila euro e il video lanciato sui social dai teppisti era indirizzato al Dirigente dell’Istituto ed incitava altri studenti ad occupare la scuola.
Non è certo questo il modo giusto per farsi sentire ed è, purtroppo, lo specchio di una società che non è più comunità, che non comprende il significato di “pubblico”, che non insegna a distinguere a cittadini, figli, studenti, i limiti della nostra libertà, cosa si può e cosa non si deve fare.

Molti studenti sono scesi in piazza in questi giorni per protestare contro i tagli all’istruzione pubblica applicati dal Governo. Esprimere il proprio dissenso è pacifico e democratico, compiere certi gesti invece è semplicemente idiota

Articoli scritti da max.frosini